Presentazione a cura di Marco Di Serio di “IL POTERE DEL CIARLATANO” saggio di Grete De Francesco – Libreria “La Fenice” – Carpi- 29 aprile 2023

Si è tenuta lo scorso 29 aprile 2023 presso la libreria “La Fenice” di Carpi la presentazione del saggio “Il potere del ciarlatano” scritto nel 1937 da Grete De Francesco.

Ospite della serata Marco Di Serio [a sx nelle foto; a dx l’intervistatore Alessandro Lugli] traduttore e curatore del testo edito da Neri Pozza (collana “I colibrì”)

Ecco come la pagina Facebook della libreria “La Fenice” ha descritto l’evento:

🗣 AUTORI IN LIBRERIA

👉Ringraziamo tutti gli amici che sono passati ieri sera ad ascoltare Marco Di Serio traduttore, che in dialogo con Alessandro Lugli ha presentato:

🗣IL POTERE DEL CIARLATANO
di Margarethe De Francesco @neripozza
👉La figura del ciarlatano, di «colui che si vanta di sapere qualcosa che non conosce, di avere capacità che non ha», appartiene a ogni epoca della storia dell’umanità.
👉Persino, come si ricava dalle pagine di questo libro, a quella rischiarata dai lumi, in cui il mito della ragione generò legioni intere di ciarlatani.
👉Tuttavia, se ogni epoca ha i suoi ciarlatani, non in tutte le epoche la ciarlataneria viene usata a fini politici, penetrando nell’ambito proprio del potere e del discorso pubblico, come accadde invece negli anni più bui del secolo scorso.
“Egli (il ciarlatano) parla con sfacciataggine di ciò che il suo pubblico non conosce, usa senza esitazione termini tecnici del cui significato non ha neanche lui la più pallida idea; l’ignorante ammira subito l’impostore e si convivnce di conoscere e di poter fare tutto ciò che non gli è noto”.
👉Margarethe De Francesco nacque a Vienna nel 1893 da una famiglia di origine ebraica e morì presumibilmente nel febbraio del 1945 nel campo di concentramento di Ravensbrück. Singolare studiosa, visse alternativamente a Vienna, a Berlino, a Salisburgo, a Parigi e in Italia.
Argomento stuzzicante, quello del “Ciarlatano”; in tutte le sue sfaccettature.
Di Serio ha introdotto la figura di Grete Weissenstein De Francesco [questo il nome completo dell’Autrice; qui sotto in una foto rara]
spiegando ai presenti l’epoca e i luoghi che hanno influenzato l’Autrice nella stesura di questo saggio. Di Serio ha, successivamente, descritto chi sia il “ciarlatano”, come la sua immagine si sia diffusa, evoluta, nel corso dei secoli e come sia presente, anche se sotto “mentite spoglie”, pure ai nostri giorni. Soprattutto ha fornito strumenti utili a riconoscerlo aiutandoci, così, a non cadere nei suoi imbrogli.
Marco Di Serio ha, altresì, arricchito l’esposizione mostrando alcuni esempi di, se così si può dire, “ciarlatano” nell’arte [quadri; fumetti; lungometraggi]:
[quadro di Hieronymus Bosch]
[vignetta che si commenta da sé (traduzione libera: “È un ciarlatano ma nessun altro medico avrebbe risposto alla chiamata”)]
[fotogramma estratto dal lungometraggio “Il volto” – regia di Ingmar Bergman]
In conclusione… Vanna Marchi: lungi da noi!
Qui il video integrale dell’incontro disponibile sul canale Youtube del Blog.